L’Africa continua a finanziare il mondo

L'Africa continua a finanziare il mondo

Non ci sono più scuse, anche il report Honest Accounts 2017 pubblicato da qualche giorno, evidenzia in modo inequivocabile che l’Africa è ricca, il problema è che sistematicamente la sua ricchezza viene rubato in modo legale e illegale.

Sulla base di questo rapporto, si rileva che  la parte subshariana del continente africano è un creditore netto verso il resto del mondo per la somma di 42 miliardi di $. L’Africa che riceve 161 miliardi sotto forma di prestiti, ma ne fa uscire ben  203 di miliardi.

Queste uscite sono illegali, frutto di riciclaggio di denaro, evasione o elusione fiscale, commercio illegale, tra cui anche le ripercussioni del cambiamento climatico. Gli aiuti allo sviluppo, i prestiti, le sovvenzioni che l’Africa ha ricevuto sono stati di 19 miliardi di $, ma ne sono usciti 68 miliardi con  attività finanziarie più o meno lecite . Le stesse multinazionali drenano , attraverso il rimpatrio dei profitti ottenuti nel continente,  nelle loro case madri risorse e/o paradisi fiscali   30 miliardi di dollari.

Sono invece 29 i miliardi che vengono rubati all’Africa attraverso  pratiche illegali per la pesca e il commercio della fauna selvatica. Non mancano i danni derivanti dal cambiamento climatico che il continente subisce in modo evidente e che sono valutati il 36 miliardi di dollari.

La narrazione dominante è quella di un’Africa povera, bisognosa d’aiuto, narrazione che viene amplificata da immagini, articoli, appelli. Dovremmo avere il coraggio e cambiare e rivedere il nostro approccio con questo continente che al contrario è ricco dove, l’occidente e le economie del dragone, continuano a rubare la sua ricchezza.